IL GRANDE FIUME PO

Il Po è il fiume più lungo d’Italia. Scorre per 652 Km attraversando l'Italia settentrionale da ovest verso est. La sua sorgente si trova a Pian del Re, sul Monte Monviso (nelle Alpi Cozie, a 2020 mt), e dopo aver percorso tutta la Pianura Padana sfocia nel Mare Adriatico. La portata max è di circa 8.900 mc/s, con punte raggiunte nel 1951 e nel 2.000 di circa 11.000 m3/s, la portata minima e di circa 270 m3/s e la media di circa 1.500 m3/s. Il bacino idrografico del Po occupa un'area di circa 75.000 km² ed è il più grande d'Italia. I principali affluenti di sinistra sono: il Chisone-Pellice, la Dora Riparia, la Stura di Lanzo, l'Orco, la Dora Baltea, la Sesia, l'Agogna, il Ticino, il Lambro, l'Adda, l'Oglio, il Mincio; di destra: la Varaita, il Tanaro, la Scrivia, la Staffora, il Taro, la Secchia, il Panaro.

Il delta del Po è stato dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO. Il fiume è soggetto all'autorità di un magistrato speciale detto Magistrato delle Acque. Il Po è navigabile dalla confluenza del Ticino fino alla foce. I porti fluviali più attivi sono quelli di Piacenza, Cremona, Borgoforte, Revere, Ostiglia, Pontelagoscuro. La zona situata presso il delta è abitata principalmente da marinai e pescatori. Nelle acque del Po è praticata la pesca; ad essa si fa pure ricorso per la produzione di energia elettrica.

CLICCA sulla immagine per vedere il video: IL RESPIRO DEL GRANDE FIUME

Itinerari tra il fiume Po e le terre di Matilde di Canossa (ITA / ENG   formato PDF)